Cos’è il mal di schiena

L’insorgenza di dolore alla schiena è una manifestazione clinica molto frequente nella popolazione. Si stima che almeno l’80% degli individui nel corso della loro vita venga colpito da dolore in uno o più tratti della colonna vertebrale (detta anche rachide).

Si parla di cervicalgia se il tratto interessato è la colonna cervicale, di dorsalgia se è colpito il tratto dorsale e di lombalgia quando il dolore è localizzato nel tratto lombare della colonna.

Il mal di schiena si manifesta con dolore nella regione della colonna interessata e che molto frequentemente si irradia a distanza agli arti superiori o inferiori per l’interessamento delle fibre nervose che emergono nello spazio compreso tra le vertebre.

Colonna vertebrale

Anatomia della colonna vertebrale e del bacino

Vertebre

La colonna vertebrale è formata da 7 vertebre cervicali, 12 dorsali o toraciche, 5 lombari, 5 sacrali (le vertebre sacrali sono fuse tra di loro a formare un corpo unico, l’osso sacro) e da 3 a 5 coccigee.

Le vertebre sono formate dal corpo vertebrale e da prolungamenti che si uniscono posteriormente e che all’interno lasciano aperta una cavità, il canale vertebrale, entro il quale passa il midollo spinale. Ciascuna vertebra è separata dalla successiva dal disco intervertebrale, una specie di sacchetto costituito da materiale fibroso resistente nel cui interno vi è materiale gelatinoso deformabile.

A completamento dello scheletro della colonna, detto anche scheletro assiale, va incluso il bacino che è costituito dalle ossa iliache che si vanno ad articolare con l’osso sacro. L’articolazione tra ileo e sacro dà origine all’articolazione sacroiliaca destra e sinistra.

Bacino