Malattie associate

Psoriasi cutanea

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle. Non è contagiosa e non è una malattia infettiva. La psoriasi a livello cutaneo si manifesta in genere con chiazze arrossate ben delimitate, talvolta coperte da squame argentee o biancastre.

Le lesioni cutanee possono essere piccolissime o essere estese e caratterizzate da importante rossore, esfoliazione cutanea e talora anche gemizio (perdita di siero o sangue dalle lesioni).

Le sedi cutanee più colpite da psoriasi sono gomiti, ginocchia, cuoio capelluto (regione retro auricolare), regione lombare. Raramente sono colpite: pieghe cutanee come ad esempio l'inguine, genitali, pianta dei piedi, palmo delle mani.

Anche le unghie possono essere colpite da psoriasi ed allora sono ispessite, giallastre , rigate, friabili. A volte l'unghia produce materiale secco, biancastro e friabile. Non è raro confondere questo aspetto con una infezione da funghi.

Dattilite

Nota anche come "dito a salsicciotto", è caratterizzata da una estesa tumefazione di una o più dita, di mani e/o piedi. Tale manifestazione è dovuta alla infiammazione dei tendini flessori del dito interessato. La manifestazione è molto dolorosa e recede con terapia anti-infiammatoria per via sistemica e infiltrazioni locali di cortisonici. Un esame ecografico eseguito da personale competente può aiutare nella definizione diagnostica

Entesite

Si tratta di infiammazioni dell'entesi ovvero dei punti in cui il tendine si inserisce a livello dell'osso. La sede più tipicamente colpita da entesite è il punto di inserzione del tendine d'Achille a livello del tallone. In tal caso il tendine appare "bombato", con dolorabilità e arrossamento della regione posteriore di caviglia e tallone

Malattie infiammatorie intestinali:rettocolite ulcerosa e morbo di Crohn

Le malattie infiammatorie intestinali sono malattie autoimmuni che colpiscono l'intestino e sono essenzialmente la rettocolite ulcerosa e il morbo di Crohn.

  • La rettocolite ulcerosa colpisce in genere il retto (l'ultima parte dell'intestino crasso) ed il colon. Può interessare solo il retto, una o più parte di colon, o tutto il colon (si parla allora di pancolite). La rettocolite ha come sintomi la diarrea (da 2 a 10 o più scariche al giorno) che è in genere mista a sangue (normalmente lo si vede chiaramente nelle feci), inoltre sono presenti dolori addominali e stanchezza, dovuta all'anemia secondaria alla perdita di sangue). Può esserci febbre e perdita di peso.

  • Il morbo di Crohn oltre al colon si localizza frequentemente anche nell'ultimo tratto dell'intestino tenue (ileo) e può interessare, anche se più di rado, l'esofago, lo stomaco o la bocca.

    Anche nel morbo di Crohn c'è diarrea, il sangue può essere presente soprattutto se è colpito il retto, i dolori addominali sono molto frequenti e spesso sono alleviati dalla defecazione. Anche nel Crohn può esserci febbre e perdita di peso.

Per la terapia delle malattie infiammatorie intestinali, si utilizzano sia i farmaci tradizionali (la sulfasalazina o il cortisone) che i farmaci biologici, in particolari gli anticorpi monoclonali anti TNF alfa (infliximab, adalimumab).